Smart Working: il bando della Regione Lombardia per le imprese

 
 
A partire dal 2 Aprile 2020 e fino al 15 dicembre 2021, sarà possibile presentare domanda di finanziamento per attuare progetti aziendali di smart working in Lombardia.

4,5 milioni di euro che la Regione Lombardia, grazie alle iniziative FSE 2014-2020, mette a disposizione di tutte le aziende del territorio, per attivare iniziative di lavoro agile. Il finanziamento è a fondo perduto e il valore del voucher varia a seconda delle dimensioni dell’azienda e dei lavoratori coinvolti nel progetto, ed è rivolto ad aziende e professionisti con partita IVA che abbiano almeno 3 dipendenti in organico.

Il valore del voucher va da un minimo di 7.500 euro per le aziende più piccole, fino ad un massimo di 22.500 euro per le aziende con più di 30 dipendenti. La quota finanziata verrà ripartita in due parti; un terzo dovrà essere destinato all’acquisto di strumenti tecnologici, mentre due terzi dovranno essere destinati a politiche di adozione del piano di smart working, ossia relativi a servizi di consulenza e formazione del personale coinvolto.

La domanda potrà essere presentata a partire dalle ore 12.00 di giovedì 2 aprile 2020 per mezzo del Sistema Informativo Bandi online disponibile all’indirizzo: www.bandi.servizirl.it.

Per tutte le informazioni relative al bando e alla documentazione necessaria, è possibile visitare questo link, dove viene riportato inoltre che:

“Con decreto regionale 3516 del 18 marzo 2020, la partecipazione al bando è stata estesa anche ai datori di lavoro che hanno introdotto il lavoro agile per i propri dipendenti nel periodo dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, a partire dal 25 febbraio 2020 per la durata dello stato di emergenza.”