Happily sostiene #NONPOSSOPARLARE l’app contro la violenza domestica

Happily è tra i sostenitori di #NONPOSSOPARLARE, il progetto innovativo nato dalla collaborazione tra due aziende genovesi leader della tecnologia, centri antiviolenza ed operatori del settore.

Verrà lanciato proprio in queste settimane #NONPOSSOPARLARE, strumento innovativo di aiuto “silenzioso” “intelligente” e sicuro per le donne vittime di violenza domestica. Si tratta di una chatbot, lanciata da SPX Lab, in collaborazione con Dotvocal, i due centri antiviolenza Pandora di Genova, Insieme Senza Violenza di Imperia, la Cooperativa Agorà e specialisti di settore.

Il lockdown di queste ultime settimane, a causa dell’emergenza sanitaria, ha infatti portato alla luce dati allarmanti in merito all’aumento delle violenze di genere, che stando alle ultime stime sono triplicati; inoltre, come se questo dato, di per sé, non fosse già terribilmente allarmante, vi si aggiunge una drastica riduzione delle chiamate ai centri antiviolenza, evidenza del fatto che una donna sola, in casa con il proprio aguzzino, non riesce ad alzare il telefono per farsi aiutare.

Da qui nasce l’idea di #NONPOSSOPARLARE come racconta Rossella Scalone di SPX Lab: ““Dopo aver sentito alcune settimane fa l’allarme lanciato dall’OMS e dall’ONU sul rischio di violenze derivanti dall’isolamento a cui sono costrette le donne durante questa emergenza, mi sono chiesta se fossimo in grado di elaborare una soluzione digitale specifica. Mi sembrava inaccettabile non poter fare qualcosa. Ho pensato a una chatbot che potesse essere l’uovo di Colombo: veloce, accessibile e discreta.”

Questo strumento non andrà a sostituire la preziosa attività dei centri antiviolenza, ma la potenzierà, garantendo un servizio attivo 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, fornendo oltre al supporto, dati statistici sui comportamenti delle donne, in maniera discreta e nel pieno rispetto della privacy.

Il servizio sarà attivo sui portali dei centri antiviolenza che hanno aderito all’iniziativa nelle prossime settimane.

Il nostro team crede fortemente in questo progetto, e proprio per questo, abbiamo deciso di sostenerlo con una donazione, al fine di permettere lo sviluppo dell’app anche in altre lingue; per questo è stato lanciato un crowdfunding a cui è possibile contribuire visitando questo sito.

Siamo convinti che la responsabilità sociale passa da qui, dall’attenzione costante per il contesto sociale che ci circonda, e in cui operiamo giorno dopo giorno. Perché il welfare, l’attenzione alle persone, non possono essere concetti che rimangono esclusivamente circoscritti all’interno del contesto aziendale, ma devono diventare un punto chiave con cui ci identifichiamo come realtà aziendale anche all’esterno, dando un contributo positivo al mondo in cui operiamo.

Save The Woman