Intervista a Luigi Lora

Nome: Luigi

Cognome: Lora

Professione:  CEO e Ingegnere gestionale

Luogo di attività: Padova (PD)

Azienda: Sonar Italia e Acanto Business Advisor 

Altre attivitàÉ presidente di una Onlus nel padovano che si occupa e accoglie in case famiglia ragazzi in difficoltà. Fa l’educatore nell’Associazione ed è stato Capo Scout per 30 anni.

Motto: Aiutati che il ciel ti aiuta.” 

 

“Perché la tua azienda ha scelto il Welfare, quali sono secondo te i vantaggi principali nell’introdurre queste politiche?”

“La mia visione aziendale è moderna, intelligente, cerca di sperimentare e offrire sempre servizi nuovi, per questo ho fondato Sonar Italia, per far incontrare due realtà che solitamente non si parlano: la consulenza sui processi e il mondo dei software gestionali. Volevo che le aziende avessero un vero e proprio servizio “all inclusive”, in grado di farle “vivere” in maniera rigogliosa attraverso la consulenza gestionale e l’affiancamento costante. Il nostro motto è sempre stato: “Pensa come se le aziende clienti fossero anche un po’ le tue.”

L’attenzione e la gestione del cliente però è possibile solo se hai al tuo fianco un team capace ed entusiasta del proprio lavoro. Aver scelto il Welfare in azienda quindi è la somma di tre fattori: la voglia di costruire una realtà con un determinato tipo di rapporto con i propri collaboratori, la volontà di ascoltare le loro necessità ed “aiutarli” e la possibilità legislativa di avere questo strumento in grado di portare vantaggi anche in ambito fiscale.”

 

“Quali cambiamenti migliorativi hai visto all’interno dell’azienda?”

“Trovo il Welfare uno strumento interessantissimo e sta funzionando benissimo in azienda, c’è stato fin da subito entusiasmo e voglia di utilizzarlo. I miei collaboratori hanno capito i reali vantaggi e sono contenti di ricevere incentivi e premialità tramite questa forma.”

 

“Perchè Happily? Perché avete scelto noi e creduto nel nostro progetto?”

“Abbiamo conosciuto Happily tramite il nostro Consulente del lavoro e quando Gianluca Caffaratti è venuto a presentarci il progetto, ho capito fin da subito che dovevamo collaborare soprattutto perchè avevamo una visione valoriale molto affine. La scelta è stata quindi molto veloce, vista anche la validità della piattaforma che è semplice, intuitiva e ricca di servizi.”